LOADING CLOSE

Codici Tributo – credito imposta beni strumentali

Codici Tributo – credito imposta beni strumentali

Con la pubblicazione della Risoluzione n. 3/2021 di ieri 13 gennaio 2021, l’AE ha istituito i codici tributo atti a consentire la fruizione in compensazione dei seguenti crediti d’imposta:

  • investimenti in ben strumentali ex articolo 1, commi 184–197, L. 160/2019 (Legge di Bilancio 2020)
  • investimenti in ben strumentali ex articolo 1, commi 1051–1063, L. 178/2020 (Legge di Bilancio 2021)

Nel rimandare per il dettaglio dei codici tributo all’allegata Risoluzione, segnaliamo quanto disposto in merito ai beni “ordinari” (cioè diversi dai beni “industria 4.0”):

  1. credito d’imposta per investimenti in beni “ordinari” effettuati ed entrati in funzione nel 2020 e ricadenti nella disciplina previgente della L. 160/2019 (art. 1, comma 188, L. 160/2019)
  • sezione Erario
  • codice tributo:              6932
  • anno di riferimento:    anno di entrata in funzione
  • quote annuali di compensazione: 5

è dunque possibile compensare la prima quota annuale di credito d’imposta per investimenti effettuati ed entrati in funzione nel 2020 e ricadenti nella disciplina previgente della L. 160/2019.

  1. credito d’imposta per investimenti in beni “ordinari” effettuati ed entrati in funzione a fine 2020 o a inizio 2021 ricadenti nella nuova disciplina della L. 178/2020 (articolo 1, commi 1054 e 1055, L. 178/2020)
  • sezione Erario
  • codice tributo:              6935
  • anno di riferimento:    anno di entrata in funzione
  • quote annuali di compensazione:  3 (ridotte a 1 nel caso di soggetti con ricavi o compensi inferiori a €5 milioni) 

è dunque possibile compensare la prima quota annuale del credito d’imposta per gli investimenti effettuati ed entrati in funzione a fine 2020 (dal 16 novembre 2020) o a inizio 2021 ricadenti nella nuova disciplina.

Sottolineiamo infine che nel campo anno di riferimento va sempre indicato l’anno di entrata in funzione del bene e che il modello F24 dovrà essere presentato esclusivamente tramite i servizi telematici resi disponibili dall’AE.

Risoluzione AE 3 del 13 gennaio 2021

Lascia un commento